BENVENUTO sul Forum!
Effettua la registrazione per condividere le tue riflessioni con gli altri utenti.
(Ti ricordo di cliccare sul link di conferma che ti arriverà nella mail di avvenuta registrazione).
Ti aspetto!
 
IndiceFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 IN VIAGGIO

Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2, 3 ... 18 ... 36  Seguente
AutoreMessaggio
michael@santhers




MessaggioTitolo: IL SENTIERO E LA CASA ABBANDONATA   Ven Nov 16, 2018 4:52 am

Vecchio sentiero
ove i passi si sono arresi
e ai lati l'erba scommette a congiungersi
porta a una casa col tetto che prega
e a ogni tegola un salto di fiati
mentre le stanze pasteggiano
il silenzio che rumoreggia miserie
e gli alberi trovano inutile la loro ombra
un tempo lieta a canti di bimbi
viziati da comare pettegole

Nel cortile il pozzo
vede in alto il secchio ossidato
impiccato a una corda,
prima scendeva e lo teneva aggiornato
di ogni parto di bocche
e a volte il pallone stanco di calci
faceva un tonfo nell'acqua
e a recuperarlo una festa d'arguzie

Il comignolo artritico indice
addita il tempo che non sarà
più raccontato nè tanto meno contato
con taglio di mano alla fronte
balcone del sole e pensilina degli occhi
-------------------------------------------
Da:Soste Precarie
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
michael@santhers




MessaggioTitolo: NOVEMBRE*   Sab Nov 10, 2018 6:24 am

Novembre ha la faccia del declino
e l'arte di una donna
che lenta incespicando
si spoglia in un bordello
-è un ubriaco che s'abbevera dei giorni
e va a letto dopo un decotto di cipressi
-è un avaro che colleziona anime
pagate con le foglie
-è un cane senza padrone
scodinzola a ogni mano
che esce dal letargo delle tasche
e al nulla abbaia minaccioso
a chi solo si scusa
-Novembre, un ponte
tra un campanile e una preghiera
per far passare addii senza voce
-è un baule pieno di malinconia
spedito al sole che sorride
oltre l'orizzonte
-----------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
michael@santhers




MessaggioTitolo: ANGELI TRISTI   Gio Ott 25, 2018 2:26 am

Angeli di marmo,tristi
nella città senza semafori
non vogliono stare a veglia
di certi che in vita
appartennero al demonio

Due novembre
il carnevale dei morti
recitato dai vivi
tranne il gelo dei respiri

Condomini,ove tutti
si spiano con le foto
e le maldicenze
addolcite da epitaffi

Lingue biliose
i cipressi
e compunti
maggiordomi di preghiere
le servono all'infinito
poi sparecchiano col vento

Quanti gelidi letti
con le stesse coperte
per tutte le stagioni

Qualche merlo
tiene un concerto senza applausi
tra i tremori dell'aria
che invola qualche petalo
-----------------------------
Da : Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
michael@santhers




MessaggioTitolo: LA PENSIONE   Dom Ott 21, 2018 3:43 am

La pensione
fine di un ergastolo
commutato in altra pena
la vecchiaia

Anni a sopravvivere
in una galera
con le porte aperte
e pregando se stessi
di non fuggire
mentre i secondini
mettevano esche
fuori dalle sbarre
per chiudertele alle spalle
e sguinzagliarti
all'indifferenza di sicari avidi
col bottino della fame

La pensione
un safari a ritrovare gli anni
col volto di animali
spesso feroci agli umani
e in via d'estinzione

La pensione
un passaporto per volare
oltre i propri occhiali
e guardarli con la schiena

La pensione un sogno
con l'incubo di non risvegliarti
e un milione di caffè
a vigilare la realtà

La pensione
un timbro scaduto
per un viaggio della memoria
che non invalida
l'ultimo biglietto di solo andata
-----------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
michael@santhers




MessaggioTitolo: NOVEMBRE   Mer Ott 17, 2018 2:59 am

I cipressi fanno il palo
ai ricordi che torneranno
il due novembre,
alcuni sono invitati
altri torneranno per vendicarsi
e qualcuno per brindare
con una lacrima

Novembre,un trespolo
dove gli anni s'appollaiano
a far riposare le ossa
inseguite dagli occhi
che vedono l'orizzonte
un muro ove si schianterà
la resa dei conti

Nei boschi cocktail di foglie marce
e aliti di vite sospese al letargo
tra orme e ombre
a ninna nanna
ad addormentare
una falce invisibile
che miete nell'aria
--------------------------
Da:Fischi Per Fiaschi
www.santhers.com
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
michael@santhers




MessaggioTitolo: GENTE STRANA   Lun Ott 01, 2018 4:21 am

Ho visto gente
con mutande e pigiami colorati
correre sul lungomare
nè inseguivano qualcuno
nè erano inseguiti
e non avevano paura
poi uno camminare spedito
con due bastoni intarsiati
e in giro non c'erano le pecore

Più avanti dei ciclisti
non andavano a fare spesa
nè a lavorare
e con l'orologio inseguivano
le biciclette senza mai raggiungerle

Adiacente alla strada
uno tozzo un pò curvo su un arnese
che sudato rivoltava la terra
per mettere l'erba a testa in giù

Ancor più avanti
due che sbracciavano
tentando vanamente di volare
a volte addirittura nuotare
e facevano enormi respiri

Sono tornato a casa
e dal balcone
sul terrazzo di fronte
un energumeno che picchiava
di brutto un sacco pieno
tra l'indifferenza della moglie
che pedalava su un telaio senza ruote
-------------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
michael@santhers




MessaggioTitolo: CADUCITA'   Dom Set 23, 2018 11:36 pm

Quest'autunno è una sala d'attesa
per un viaggio senza ritorno
e ogni foglia è un biglietto
sventolato dal vento
è gratis e ognuno gli dà
il prezzo che vuole
per sminuire o elogiare la meta

Partono le nuvole,il sole
e i vecchi inseguiti dagli anni
e per fermarli scagliano
denti sputi e capelli
a volte a gran voce un nome di un Santo
e nascondono gli occhi
ormai dorso di specchi
dietro trincee scavate
sotto berretti a coperchio
di grevi pensieri
spugnosi a galla su olio incolore

E' la stagione
dei capolinea al rimando
e molti a metà strada
piantano una croce a fermaglio
e nessuno sa da dove sono partiti
e il dubbio alibi all'ignoro
al fastidio di trovare a pietà una traccia

A iniezioni di freddo l'aria calda vibra
indurisce le facce agli addii
e le mani legno ai saluti

I corvi leggono libri d'asfalto
con copertine di clorofilla
e osano a tenere traccia di pagina
distrazioni stirate da macchine
---------------------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
michael@santhers




MessaggioTitolo: PESSIMISMI   Mar Set 18, 2018 4:27 am

Qualcuno va in cerca
di una nuova religione
che ci sia un Dio attivo, punitivo
giusto e mai volitivo
poi s'accontenta di una filosofia spicciola
ma all'alba vota per la pagnotta
oppure per una mignotta
a dispetto di una bigotta

Ci sono cani che non hanno amici
ma solo zecche e cimici
unica scelta è tra libertà e zuppone
e alla fine scodinzolano al padrone
sognando i capricci di un aquilone
o la meta lontana di un airone

L'amore è un ladro
travestito da altruista
col sorriso squarcia il tetro
ruba egoismi da sottomettere al suo
poi alla fine muore schiacciato
dal pesante bottino

Le stagioni sono quattro vestiti
che un artigiano adatta ai posti
e ogni tanto qualcuno nudo
ribelle stanco a ogni imposto indosso
fuori da ogni moda
viene nascosto sottoterra

Il progresso è un fulmine
e noi il tuono sempre in ritardo
ad afferrarlo

Il denaro ci illude di affittare il tempo
senza riuscire mai a domarlo
tanto meno mai a comprarlo
e i poveri sono numeri di calendario
riferimenti per misurarlo
e una croce scianca a fermaglio
in eterno breve a fermarlo
----------------------------------------------
Da : Destini E Presagi
www.santhers.com
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
michael@santhers




MessaggioTitolo: INCERTEZZE D'OTTOBRE   Sab Set 15, 2018 6:10 am

Cadono capelli e foglie
e il vino tenta di riportarli
al loro posto

Le rondini partono
senza biglietto,senza passaporto
non hanno intenzioni di fermarsi
alla dogana dei fucili

Le pagine dei libri scommettono
sugli sguardi da catturare
e la polvere vola sugli occhiali

I panni stesi guardano le nuvole
salutano il vento
e pensano di ritardare l'indosso
quasi sempre ai malvagi

I cinghiali giocano
a dama con le ghiande
e chi vince ha fretta di sparire
dagli incensi in agguato

Una ragazza mima una canzone
allarga le braccia
a simulare un volo
e un ricciolo ribelle
tenta di recintargli il cuore
in procinto di andare a zonzo
sulla cattiva strada
----------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
michael@santhers




MessaggioTitolo: OMBRE NEL BUIO   Gio Giu 07, 2018 3:06 am

Occhi di topi le stelle
vegliano ombre
sotto la luna badante a cottimo
madre premurosa che le svezza

Ogni ombra
approdo e partenza
sangue migrante
verso nuove fauci

La paura
gara di respiri
salta da un cuore all'altro
e qualcuno si ferma per sempre

Aliti e rumori
spesso solo immaginati
e arrotolati nel buio
che non fa sconti

Deltaplani impigliati
tra suppliche dormienti
le foglie scosse
dai presagi del gufo
armato di silenzi
leviga col becco le ali
allo scivolo di fruscii

Tonfi e sussulti
nel gioco della speranza
li sorteggia
al domani evaso dal tempo

Ognuno ha il suo orologio
conta le attese
ma non le somma
solo le ruota
elemosine agli stomaci
--------------------------------
Da:Fischi Per Fiaschi
www.santhers.com
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
michael@santhers




MessaggioTitolo: CITTA'   Mar Giu 05, 2018 3:55 am

Loculi e alveari
cappa di nero fumo
rimbalzo di calura
e alberi spennati dai rumori

Bambini e cani al guinzaglio
dentiere sui manifesti
tutti col sorriso in tasca

Asfalto,torta per i piedi
e auguri scritti da copertoni
cent'anni gli scongiuri
speranza fin che dura
importante non lo sappiano

Aperitivi,fermagli a singhiozzi
iatture la causa
speranza la fede
ma nessuno ci crede

Insegne,puzzle di consonanti
copertine senza nome
a leggerle racconto proprio

Claxon e sorteggio
di dita al cielo
effigi alle spalle
a distanziarle il traguardo

Facce di cera
vivi che imitano i morti
automa mira d'indipendenza
qualche fiore calpestato
ricordo di qualche amore perso

Cinguettii di cardellini
suturano umanità lacerata
nei parchi la solitudine
sgomita nella confusione
e Dio l'ultimo alibi
del sole mascherato
----------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
michael@santhers




MessaggioTitolo: PREPARATICI A GIUGNO   Gio Mag 31, 2018 3:28 am

Scorribande di cani sulla spiaggia
che fra poco sarà off limits
tra ombrelloni che sembrano berretti
in rigorosa fila nella sala d'attesa di un bordello

Vecchi guardoni dietro quadri appesi all'aria
s'allenano all'indifferenza
interrotti dalle prime mosche
che mirano dritte agli occhi
e schiaffeggiate disegnano triettorie
subito spezzate da invettive

S'allestisce il teatro
ove ognuno reciterà ad occhi saturi
o alla propria anima fuggita agli specchi
e a zonzo per una culla di parole

Col suo sciabordio il mare
incurante alle tentate tempre del sole
non ancora rovente
ricaccia bugie dell'anno passato
e qualcuna che fu creduta
ricerca spergiuri a ogni mimica

La gazza a settembre scorso
trovò tre anelli ognuno per un amore
ma due erano falsi e sul terzo
c'era inciso un dolore
ora spera in un diamante
scagliato per rabbia a un tradimento

La ruspa appiattisce una duna
grande come il seno ribelle
della Svedese che simulò allatto
a tante gole e alcune prese a borsettate
da gelosie di finzioni
----------------------------------------
Da:Fischi Per Fiaschi
www.santhers.com
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
michael@santhers




MessaggioTitolo: PULLMAN   Sab Mag 26, 2018 11:18 pm

Gli anziani in gita sul pullman dicono all'autista
che fuma per coprire aliti e stordire litanie
è un viaggio che non potemmo mai fare
vai veloce e frena, il tempo non aspetta
e la fretta ubriaca si beve i paesaggi
noi siamo già saturi di troppe cose
che non avremmo voluto mai vedere

Al primo capolinea in fila per pisciare
è un sollievo che li riporta a casa
ma il posto dice non è vero
è solo l'anima che in un lampo vi ha traditi

Qualcuno a una visita guidata
sussurra è tutto molto bello
purtroppo l'orologio che portiamo dentro
è sempre in ritardo su ogni sguardo
proseguire o tornare un percorso baro
per una meta che ci insegue,
la nostalgia un andirivieni di pensieri
e non c'è più voglia di raccontare
più ci allontaniamo più ci zavorrano i ricordi
alla fine ci rimarrà dentro solo l'odore del gasolio
e un sogno che cerca chi lo generò
-------------------------------------------------
Da: Fischi Per Fiaschi
www.santhers.com
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
michael@santhers




MessaggioTitolo: COLLINE   Gio Mag 24, 2018 4:11 am

Infervori di vento
seni di sguardi
accarezzati dal tempo

Tremori congelati
dipinti da stagioni
scolpiti dal pane
alla sorgente del karma

Letti di sguardi
amplessi di ricordi
e silenzi
rosari d'allodole
fulcri ad altalene d'orizzonti

Colline
scoliosi dell'infinito
curve al silenzio
trampoli di poesie
scivoli di ritorni
cumuli d'arrivederci
avamposti di malinconie
porri di terra

Colline
dossi dell'anima
dissuasori di nostalgie
pentagrammi curvi di parole
mai svezzate dalla bocca

Candelabri che reggono cipressi
e portano gli anni al cielo
-----------------------------------
Da:Fischi Per Fiaschi
www.santhers.com
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
michael@santhers




MessaggioTitolo: UNA PARENTESI IN CIELO   Lun Mag 21, 2018 3:24 am

Una parentesi aperta ai sogni
l'altra a chiudere è caduta nel mare
un pescatore tenta di riportarla in cielo
con una bottiglia di vino
poi la vede in alto falce dorata
per tagliare il nero destino
o spronare angeli stanchi
messaggeri appollaiati sulle stelle

Passeggia la luna
sul campanile si ferma a berretto
e getta un'ombra su un cane che piscia
impaurito abbaia a rumori sinistri
allerta un cuore con un'ala spezzata
adombra un'ernia chiodo del tempo

Sul fiume una lama di luce
punge bisbiglii al silenzio
danza a vegliare addii segreti
omisero promesse al ritorno
lasciarono dubbi alla pace
e qualche rosa a incitare una croce

La luna,netturbino dei sogni
maceri li smaltisce alle stelle
fa un compostaggio
per concimare speranze
più a portata di mano
a terra agli umani

Sulla tovaglia nera
mangia di tutto
ingrasserà come sempre
partorirà oroscopi ai nasi
lascerà la placenta al dolore
uno stradario ai contadini
per trovare il numero esatto
ai mistici calendari dei campi
--------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
michael@santhers




MessaggioTitolo: NOTTAMBULI   Mer Mag 09, 2018 4:39 am

C'è chi scola l'ultima bottiglia
e barcamenandosi la poggia nella feritoia di un muro
poi con una sigaretta si fa una stella a uso e consumo
la interroga,la consuma, la ravviva con pensieri malsani
e se non risponde la getta al diniego di una scarpa

La volpe studia come scansarsi dalle macchine
e a volte legge un libro sbagliato
e i copertoni la stipano al domani dei corvi
o l'appendono al naso pinzato di un netturbino

Sputano fumo le prostitute all'omelia dei sensi
troppi amori morenti spergiurano ravvedimenti
e i tacchi a spillo confermano che tutto è precario
mentre il compenso è a umore di luna
coperta e scoperta dietro veli di nuvole
a volte stracciate da sbuffi d'attesa
e vento mosso da schiaffi mimati
o da gonne al saluto di idilli

Stridii di freni redarguiscono motori assetati
stanchi di portare a spasso sogni
che in certe teste non ci vogliono stare
troppe vuote non hanno appigli al concreto

Diamanti in cerca di cuori con palpiti al bello
sono occhi di gatti,brillanti s'incrociano
al rimando breve di furti d'amplessi
e miagolii frustanti irritano cani randagi
e ricordi di vecchi restii al presente
percepiti condanna del tempo sciupato

La notte è il dorso del giorno
e ognuno a sparlare,pugnalare alle spalle
per poi smentire tutto all'abbraccio dell'alba
oppure solo a dire non ho testimoni ma non c'ero
sono senza colpe alla luce del sole

Fiaccole senza padroni, i lampioni
in onore di anime vaganti che hanno perso la pace
in proteste a esser recluse tra quattro mura
ove il soffitto coperchio a ogni volo di fantasia
--------------------------------------------------------------
Da: Soste Precarie
www.santhers.com
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
michael@santhers




MessaggioTitolo: SONO TUTTO QUESTO   Ven Mag 04, 2018 4:20 am

Assassini d'armonie
coi loro fucili
abbattono pollici di piume
tasti di pianoforte
orologi di stagioni
risvegli musicati
leggiadrie di voli
aghi che cuciono note
palline di rosario del creato
colori di mosaico dell'anima
virgole e punti a pensieri grevi
segnalibro di sguardi sull'incanto
additi di bambini
postini di polline
distrazioni di umori
calendari viventi
ambasciatori del sole
schizzi di libertà
tatuaggi del tempo
capricci saltellanti
parentesi del vento
capolinea di miraggi
puzzle del vuoto
animatori di siepi
foto di ruscelli
fiori della nebbia
galleggianti di pensieri
incisori dell'anima
muratori d'addii
diamanti della neve
respiri del bosco
coiffeur alla noia
trespoli d'occhi sull'infinito
fiati del silenzio
vessilli di poesie
geroglifici degli angeli
-----------------------------------
Da: Piccolo Rumori Dell'anima
www.santhers.com
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
michael@santhers




MessaggioTitolo: INSONNIA   Lun Apr 30, 2018 4:02 am

Per riuscire a dormire
iniziò a contare le pecore
ma nella conta ci finì
anche il montone
e siccome ha le corna
Morfeo bocciò il sonno
e per punizione
disse di contare queste
anche degli umani

Non si scoraggiò
e si mise a contarle
ma poi s'accorse
portate da entrambi i sessi
inoltre che erano a miliardi
e ci volevano anni

Nello sconforto
i pensieri nervosi
si dileguarono
e le palpebre s'adagiarono
dolcemente sugli occhi
che chiusero alla luce
e aprirono ai sogni

Triste fu il risveglio
quando s'accorse allo specchio
d'avere in testa sinuosi palchi
d'aspetto cervide
-------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
michael@santhers




MessaggioTitolo: GUARD RAIL   Ven Apr 27, 2018 3:06 am

I corvi appollaiati
a veglia di presagi sui guard rail
attendono brioches
appena addentate e lanciate
dal finestrino da bambini viziati, annoiati

Binari a fiori di plastica
annaffiati da madri
che parlano col silenzio
a cui danno un volto
frustato dal rombo dei motori

Guard rail
fioriere con fiori
che non conoscono stagioni
e il dolore si prende il nettare immaginato
in cambio del pianto che l'annaffia

Linee di zinco
tracciate per l'infinito
e stracolme di punti a capolinea
ognuno a sosta di croce trasparente
disegnata da una mano
e piantata su cumulo
di inchini e mugugni
dal nome preghiere
-----------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
michael@santhers




MessaggioTitolo: FOLLIE   Dom Apr 22, 2018 4:11 am

La notte resetta la mente
e alcune follie cacciate a malo modo
vagano e non trovano caos
fitto bosco dove nascondersi
e senza difese belve braccate,impaurite
pronte a tutto anche a uccidere
e poi a renderle più feroci
anche le stelle e la luna
a illuminarle nell'inquieto vagare

Le follie,carburante dell'anima
bruciano e i pensieri a raffreddarle
e spesso combusti anche loro
squarciano il cervello
e l'unica ragione dissolversi

Le follie, esche necessarie
a tirarle serve a misurarsi l'esistenza
a togliere il tempo dal putrido stagno
e trascinarlo nell'acqua corrente
che mai torna indietro

Le follie,scarti della vita
a saperle riciclare nella pace il segreto
altrimenti tossiche esalano ogni gioia
e il traguardo del cuore
è un capolinea a cottimo
---------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
michael@santhers




MessaggioTitolo: TUTTO CAMBIA   Ven Apr 20, 2018 3:15 am

Tutto cambia a primavera
il sangue istiga copule
e redenzioni degli alberi
si ravviva il muschio
sui cuori di pietra
che non cambiano ai volti
il malvagio

Convegno di nuvole clandestine
esacerbate dallo sfratto
a volte lanciano pietre
o piangono a dirotto
e alla fine tacite salutano
con addii di ricatto

Nel cielo gli uccelli croci volanti
ognuna per una lettera
di una preghiera d'esortazione
che a terra la morte non sia gioco

I profumi dei fiori
adescano insetti e nasi
stanchi al tanfo
del macero di anime
esortate a germogliare
alla nuova luce

I bambini cambiano i denti al sorriso
da adattare ai nuovi raggiri degli adulti
e allo stupore per capriole
che sembravano impossibili
----------------------------------------
Da: Soste Precarie
www.santhers.com
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
michael@santhers




MessaggioTitolo: STRANEZZE A PRIMAVERA   Ven Apr 06, 2018 3:56 am

Lo scoiattolo appena svegliato
non ricorda la nocciola nascosta
e la ghiandaia che l'ha rubata
chiede cospicuo riscatto
..che il roditore rompa il guscio
e divida il frutto a metà

Un picchio martella un tronco
e i condomini gli fanno causa
il tasso il loro avvocato,
la parcella un nido con uova

Il contadino con la fune
ruota la puleggia della motozappa
e questa sbuffa soltanto
non accenna a ruggire
e lui dice ingrata per l'olio
che ogni volta ti ho cambiato in anticipo
poi coi piedi pesta il berretto
e maledice il vino già aceto

L'acerba fanciulla sente fremiti al seno
e a rassicurarlo con mani tremanti
il sangue accelera e sosta agli zigomi
e a un limpido ruscello il rimiro
e a bagnarlo a farlo scappare
a vene nascoste

Raglia l'asino appena lustrato
alla corteccia di un tronco
incide il suo nuovo CD
dal titolo..basta paglia
è l'ora del fieno e leccornie

Strani versi dei gatti
giocano a cowboy
a domare selvaggi impeti
e spesso scalciati applaudono
con zampe al cielo la perseveranza
--------------------------------------------
Da:Vite Tremule
www.santhers.com
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
michael@santhers




MessaggioTitolo: STRADE   Dom Apr 01, 2018 3:33 am

Le strade fossi allineati
l'asfalto pelle col morbillo
e qua e là cerotti neri pressati
da chirurghi arancioni
mentre ai lati alberi spennati dai rumori
con rami secchi impallinati da fucili

Nelle macchine assensi a se stessi
e al parabrezza che inanella
inchini al sole e a chi capita
e qualcuno da campagna arlecchino
in risposta simula addii con la mano

Quando piove i copertoni
benedicono vestiti e ricevono bestemmie
o parentesi a dita in espansione
o ancor peggio invettive a nomi
scritti da parecchio sui calendari

Cartelli a indicare percorsi boomerang
alcuni cadenti e arrugginiti come a dire
perdersi è normale in ogni viaggio
prima della meta trova te stesso
prega la tua colpa che hai assegnato ad altri

Strade,vene nere intasate
a volte il sangue tracima o ritorna indietro
o semplicemente s'adagia a specchio
in una buca ove si rimira il cielo
------------------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
michael@santhers




MessaggioTitolo: PROGRESSO   Dom Mar 25, 2018 4:10 am

Il progresso è inarrestabile
il lavoro è troppo per pochi
e niente per tanti che lo cercano per rifiutarlo,
tutti votano il passato nel futuro
per lamentarsi nel presente

Nelle campagne desolate
non c'è più l'allodola
le sue aureole ereditate dai corvi
il canto dalla televisione
il nido da una bottiglia vuota

I contadini spandono concimi
ceci del diavolo a punire
la miseria inginocchiata

La gente si parla coi motori
e con pezzi di specchio che non riflettono,
domande e risposte sono identiche
e tanti le scrivono per leggerle senza pensare
magari solo per interloquire
di spalle con se stessi

Sui tetti,padelle senza fuoco
col calore degli insulti
friggono metalliche voci
e le servono ai fossi nei divani

Incenso ovunque
e omelie ad alibi del destino
e le bombe  a diffonderle
più veloci nelle orecchie
in un mondo a parte con le cuffie

Un taràssaco fiorito nelle crepe dell'asfalto
a ricordare che la natura vince sempre,
con due foglie fa le corna
a scarpe senza padrone
e a copertoni sfuggiti ai cervelli
---------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
michael@santhers




MessaggioTitolo: GLI OMBRELLI   Sab Mar 24, 2018 12:16 am

Gli ombrelli
a volte si credono aquiloni
forzano una mano
e vanno col vento
poi questo traditore rallenta
e finiscono sui rovi
e fanno da bandiere a più intenti
chi per un merlo
chi per un pettirosso
e chi per un canarino
che osserva da una gabbia

Gli ombrelli sono come i pensieri
prima o poi scappano
e diventano parole
spesso poco gentili

Gli ombrelli
sono cupole e noi sotto
ci crediamo Santi ambulanti
e ci nascondiamo al cielo
che disapprova il percorso

Gli ombrelli s'innamorano
e nei vicoli stretti
timidi provano di baciarsi
e qualche volte s'arrabbiano
con occhi indiscreti
che tentano di chiudere
---------------------------------
Da: Soste Precarie
www.santhers.com
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: IN VIAGGIO   

Torna in alto Andare in basso
 
IN VIAGGIO
Torna in alto 
Pagina 1 di 36Vai alla pagina : 1, 2, 3 ... 18 ... 36  Seguente
 Argomenti simili
-
» Viaggio all'Inferno
» MOSTRA A TAORMINA; "Viaggio a Taormina" 4-30 Agosto 2012 Fondazione Mazzullo. Anteprima di alcune opere del maestro..
» Il Viaggio Fantastico (a cura di F.M. Spampinato)
» Le pantofolozze da viaggio
» "Paesaggi della luce" Genova, Palazzo Ducale 12-11-2011 / 22-01-2012

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Il peso dell'anima :: Poesia e Letteratura :: Le vostre poesie-
Vai verso: