BENVENUTO sul Forum!
Effettua la registrazione per condividere le tue riflessioni con gli altri utenti.
(Ti ricordo di cliccare sul link di conferma che ti arriverà nella mail di avvenuta registrazione).
Ti aspetto!
 
IndiceFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 IN VIAGGIO

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3 ... 17 ... 33  Seguente
AutoreMessaggio
michael@santhers




MessaggioTitolo: METEORA    Mar Set 19, 2017 1:02 am

S'affacciò alla finestra
dell'ultimo piano,
il vento le rubò
un calco sul viso
a musa del suo soffio
invisibile eterno,
era così bella
che la stanza s'ingelosì
e pensando di perderla
incominciò a tremare

Lei impaurita
si lanciò nel vuoto
e alata dai sogni
dei suoi ammiratori
leggiadra volò in cielo

Sorridente ai giochi della luna
corteggiata dalle stelle
non tornò mai più

Solo un poeta
sostiene ogni tanto di vederla
in un bicchiere
con riccioli di nuvole
specchiati in occhi di giada
danzante in punta di piedi
sull'arcobaleno
---------------------------------
Da.Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: BAMBINI UNA VOLTA   Ven Set 15, 2017 4:15 am

Una volta i bambini
andavano a scuola da soli
e il tragitto indipendenza e svago
oggi accompagnano i genitori
adulti mai cresciuti sempre a smarrirsi

Una volta giocavano coi bottoni
e gli abiti saluti al vento
o mosaici di rimbrotti
ora con la playstation
mentre i genitori ciattano con l'amante
oppure navigano soltanto
sulla terra ferma

Una volta sentivano la famiglia
e aiutarla li faceva sentire adulti
ora sono cavie alle distrazioni
per la libertà dei genitori

Una volta i maestri
stella polare a incitare un sogno
e insegnanti educatori
ora guardiani,babysitter
e dei vinili da ascoltare finchè girano
magari a romperli a tacitarli

Una volta i genitori
eroi e sicuri pastori
oggi pecore a svezzare subito agnelli
per poter di nuovo copulare
in pace senza intralci

Una volta percepivano
la saggezza degli anziani
ora li vedono come pile consumate
da cambiare per nuova luce
oppure come scadenza umana
che intristisce e alla quale
meglio non pensare,non guardare

Differenza tra genitori e figli
uno specchio di uguale rimiro
e ognuno si vede
come la televisione decide
--------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: CERTE CASE   Mar Set 05, 2017 3:37 am

Certe case pacchiane di ricchi
ove sol'intento è stupire
hanno atmosfere d'arraffi
e di troni festeggiati a pernacchie,
misti arredi antichi e moderni
con la storia nel baratro
e i padroni esacerbati a costruire
ponti d'elogi

Dietro cancelli di cupidigia
certe case lucidate, pulite
da cameriere Filippine
pagate a ore ma in nero
sembrano cliniche
dove l'ordine mette in fila il dolore
e i mobili scacchi
a scoraggiare le mosse
mentre alle pareti, quadri
che valgono e basta
e ad appenderli difficile
trovare verso giusto del gancio

Certe case di povera gente
trasudano storie d'avi e fatiche
con oggetti narranti
accalcati con garbo
e dovizie in miraggi
ognuno ha uno o più cuori
a osservarli pulsano ancora
a toccarli cullano dita
alle fossa scavate dai calli
e si vede ancora la pista da ballo
ove danzarono armoniosi
sorrisi e miserie
tra sogni e applausi di bimbi
-----------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: PRIMA PIOGGIA DI FINE ESTATE    Dom Set 03, 2017 3:58 am

I cervelli sirinfrescano
e ripassano dove hanno sragionato
ma il pentimento non arriva

Le foglie si raddrizzano
e quelle che non ce la fanno
espulse senza commiato

L'asfalto bolle impronte di copertoni
e qualche raggio di sole le pasteggia
insieme a un corvo che becca
l'ultimo aculeo di riccio incollato

Vecchi croccanti manifesti di cantanti
con più anni che capelli
spugnosi s'arricciano
e qualche lettera mostra il dorso
storpia un nome,deride la foto

La terra riprende l'orma delle zampe
e gli animali in nuova algebra
arrotondono respiri e cifre

La pioggia premio del cielo
e per farlo apparire tale
lo confronta al presente
con vecchie punizioni
altrimenti dimenticate

Il vento separa gli odori
fritti dalla calura
e ognuno ritorna al suo menù
ove il sugo è sempre il sangue
nel recipiente delle colpe
---------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: GRANELLI DI SABBIA   Lun Ago 28, 2017 4:24 am

Un tempo i granelli di sabbia
era enormi massi
messi dalle stelle
su desideri bocciati, a tacitarli
ma questi così indomiti
e senza pace li rosicchiarono
fino a consumarli
e consumarsi
poi il vento li accatastò
nel cimitero delle dune
fragili mausolei
in eterno restauro
e ogni tanto un cuore
scrive con un dito
sulla fragile facciata
..ti amo..
come a dire
lavori in corso
-------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: VENTUNO SETTEMBRE   Sab Ago 26, 2017 4:54 am

I capelli,in autunno
si fanno rapire dal vento
stanchi di nutrirsi di sudore
e veleggiano sulle foglie
per sfuggire alla malinconia

I denti drogati di sorrisi estivi
scricciolano alle leccornie
s'alleano ai pensieri cupi
aprono varchi a parole soffiate

Le ciglia scattano foto
da appendere alla bacheca
satura degli occhi
dorsi di specchi

Direttori di atelier i nasi
vestiti a termometri
convocano cappotti
e li mettono in panchina
pronti a sostituire un maglione
bucato da lame di freddo
o da un'unghia sfuggita
a una rude carezza

Mosse da nervi disertori
le dita si schierano a mano
pronta per un saluto
anche se non corrisposto

Gomme e matite
i tronchi degli alberi
disegnano e cancellano
fossi e radure
su schiene d'animali
mappe a fauci e sonno

Il ventuno settembre
una dogana anche per gli amori
tremanti al dubbio
dei timbri dei cuori
oltre al valico, spesso
clandestini si separano
-----------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: CADE DAL CIELO IL PITTORE   Ven Ago 25, 2017 4:22 am

Notaio del declino,l'autunno
assegna il tempo agli specchi
e a qualcuno fuori testamento
spettano solo rughe
e non si consola a dire
meglio di niente

L'autunno,sala d'aspetto
per un consulto sugli anni persi
e di quanti a venire a sostituirli
e le prime fitte di freddo
attrito al fulcro di bilancia
falsata da pensieri
che cadono e s'involano
per lasciare l'indice a zero

L'autunno un pittore
caduto dal cielo
a dipingere il declino
rifiutato dagli occhi
e a rinsavirli al reale,
i volti a tavolozza
si mischiano
ai subbugli dell'anima
------------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: REALTA' SURREALE   Mer Ago 23, 2017 4:56 am

La luce,fendente nella notte
il pilota accelerava la moto
per non farsi sorpassasse
dal rombo assordante del motore
poi rallentava
per paura d'arrivare presto a casa
atteso a cena dai ricordi

Una volpe gli tagliò la strada
e nell'impatto s'azzerò la memoria
ritornò bambino
s'innamorò della babysitter
che gli insegnava a camminare
ma un giorno la chiamò mamma
e sorridente volò in cielo

Qualcuno scrisse
che aveva visto due angeli su una moto
zigzagare tra le stelle
e poi parcheggiata sulla luna
ove ancora visibile l'ombra del telaio
trespolo delle ali
additate da curiosi
che di volta in volta
aggiungono particolari

C'è solo un cuore di un amore
che vede nell'infinito una palla
gialla trasparente
racchiudere lo scheletro abbandonato
del dolore vivo ...a terra
-----------------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: NUOVE OMBRE   Mar Ago 22, 2017 11:47 pm

A settembre ombre deridono orologi
balbuzienti in nuove atmosfere
e scossi da polsi nervosi

Singhiozzo di cicale
punte da aghi di frescure
contano presagi
e salutano foglie dorate

Nei ruscelli che incominciano a ingrassare
nitidi riflessi di uccelli, lustrano piume
in scrolli d'acqua allenano ali
simulano il tempo che verrà

Il pomeriggio baro
accorcia l'orizzonte
a ex aequo vincitori e vinti
subito al traguardo
a una linea nera

Piedistalli di ragni
e mausolei di mosche,i libri
restaurati al sapere
e minacciati da teppisti rinsaviti,
accarezzano pagine con labiali
e qualcuna a caso baciata con un dito

Il mare fotocopia del cielo
venduta agli anni
mercanti la rivenderanno
per originale a indomiti ingenui ricordi
------------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: GRANDINE   Dom Ago 20, 2017 3:02 am

Un lampo
attrito d'implori roventi,
un tuono
rutto del sole
dietro neri aquiloni incagliati
persi dagli angeli
che piangono
e lanciano pietre
a disincagliarli
e rimbalzanti
finiscono su vigne assetate
tra bestemmie
e additi all'infinito
di contadini

Pestaggio di coppole
rasentare di cani
canto allo spreco
di passeri

Resettano l'asfalto
le pozzanghere
e perdono il loro mare di specchi
i bambini
------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: ADDII DI SABBIA   Gio Ago 17, 2017 4:06 am

Come formiche
spezzate dalla fila da un piede
e in andirivieni confusi
così i turisti il giorno prima di partire
tirati dall'ultimo souvenir
e imbalsamati sorridenti in una foto

La battigia, una brutta copia
su cui ognuno ha scritto un sogno
subito cancellato,apparso fuori portata

Cieli su misura gli ombrelloni
e cupole a scudo di promesse
che orecchie avide volevano deridere

L'unica cartolina nascosta dalla polvere
la compra un poeta
per spedirla a un amore
che quando la riceverà
avrà già cambiato nome
e non ricorderà il mittente

A brandelli un aquilone
a simbolo di libertà incatenata
impigliato a una tegola ribelle
si contorce a sbuffi di vento
e il bambino l'anno prossimo più grande
si promette d'andarlo a prenderlo
e farlo di nuovo volare
per l'ultimo dente da latte

Galleggia un vecchio tronco
salato non marcirà,
a riva qualche vecchio pescatore
gli farà delle tacche
per la conta dei suoi anni
sempre rubati dal vino
----------------------------------------------
Da:Pensieri Alternativi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: IL MOLISE NON ESISTE   Ven Ago 11, 2017 2:47 am

Il Molise non esiste
o forse è il nome di un dormitorio
ove mentre dormi ti rubano il domani
che non potrai raccontare

E' un purgatorio,
espiarlo
aspettare senza fine
al massimo ricominciarlo

Terra di rimando a tal dei tali
a imboccare la retta via
cerchio a rincorrersi la coda
e mordersela a conferma
del giro

Terra di migranti
e chi è rimasto
indisturbato allo scempio
li deride

Molise virgola del male
che resta troppo tempo e si fa punto
sulla pagina finale

Zona franca
di pensieri maligni marcescenti
da bonificare con preghiere
e pertiche di vetro tracciate con mani
a imitare i quattro punti cardinali

Nella storia mai scritta
è Svizzera Italiana
neutrale ai predoni
in sosta a programmare invasioni

In Molise
Divinità al contrario
furono prima Santi
e poi peccarono premiati

Molise
un fossato dalla montagna al mare
recipiente di miserie
stipate da malelingue
----------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: TURISTI   Sab Ago 05, 2017 4:31 am

Di tutto ricordano solo il posto
dove hanno mangiato bene
e forse il cameriere
in allerta a schiocco di dita
e le foto dei monumenti
a testimoniare d'averli visti

Sono i nuovi Attila
seminano plastica e alluminio
e cercano l'erba
qualcuno quella da fumare

Scappano da se stessi
per ritrovarsi in fila a contarsi
e tra il primo e l'ultimo
la statistica senza volto

Ogni posto è un libro
pagine gli abitanti
e i turisti si fanno selfie
con la copertina
poi dicono quanto è bello
ignari del contenuto

Qualcuno decanta
nitidi mosaici visti da lontano
ma sott'occhi, indefinibili
ogni pezzo anonimo abitante
sofferente incastonato per il quadro
magari sgorbio rende il bello

Turisti
cercano la propria anima
dove non sono mai stati
e dove veramente la persero
la troverà qualcun altro
per farne un aquilone
a delizia del suo cuore vagabondo
senza pace
-----------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: PENSIERI SPARSI E VAGABONDI   Mar Ago 01, 2017 5:14 am

Chi perdona i malvagi
in fondo perdona se stesso
in caso dovesse emularli

Gli uccelli a seconda delle annate
fanno una o più nidiate
per non esporre la prole a stenti,
gli umanoidi più sono indigenti
e più sguinzagliano figli al mondo

La società è una cassaforte
i politici sono i ladri
e gli elettori i loro grimaldelli

Alle donne non interessano i soldi
ma chi affascinante li spende per loro

Tutti vogliono cambiare il mondo,
i poveri per diventare ricchi
e quest'ultimi per consolidare i loro averi

Non esistono esseri più pigri
e speculatori dei poeti,
con poche righe incomprensibili
vogliono ottenere riconoscimenti
più dei narratori
che per mesi se non anni
scrivono pagine e pagine

Dire la verità
in un mondo di bugiardi
è come pretendere
che il profumo di un fiore all'occhiello
copra la puzza di un letamaio

La gente ti elogia
sempre le idee mediocri
per farti in esse perseverare
in modo da renderti alla loro portata

Molti, sciatti, anonimi per farsi notare
si accompagnano a un cane di razza
ma quando questo tra elogi offusca
la loro già invisibile esistenza,
lo abbandonano e si fingono cani
ma nessun bambino vuole giocarci
----------------------------------------------
Da:Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: POLVERE   Lun Lug 31, 2017 5:26 am

Polvere
forfora del tempo
accumulata sui ricordi
li protegge
dalla nostalgia del presente,
zavorra d'anni
a pensieri spennati dal dolore

Polvere
drappo tessuto
dall'immobilità
in addobbo all'oblio

Polvere
detriti del silenzio
macinato dai rumore

Polvere
cimitero di sterile parole
sotto sciancate croci
fatte con un dito
------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: SAND CARPET   Sab Lug 29, 2017 5:06 am

Il sole è ovunque
ma la gente l'aspetta al mare
sul Sand carpet
ove gli attori sono lo stesso pubblico
e il premio autocompiacenza

Selfie boomerang
bocciati dagli specchi
e rimandati a settembre
al convegno dei declini

Ritorna qualche voce di cane
abbaia frenate
stende il guinzaglio fumante
per appenderci a seccare gli occhi

Alba e tramonto
rivedono le distanze
e giocano a ping pong
con le ore perse dal giorno

Invocata a cottimo la notte
a smaltire i sogni
attesi all'agguato dell'alba
--------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: TEMPORALE ESTIVO   Mer Lug 26, 2017 4:59 am

La pioggia
mette fretta alle scarpe
che suonano a pianoforte la strada
e nelle pozzanghere un ritornello
ovattato da ombrelli
che urtandosi girano a giostra d'idee

Fumano le tegole
al macero d'abitudini stanche
e le case da prigioni
diventano guscio di pace

La pioggia
resetta vite
azzera trame
sospende agguati,
il grillo bagnato scivola
dal becco del corvo
con una goccia nell'occhio
a lente miope a ingigantire la preda

Copertoni spruzzanti
ribattezzano chi ha uno o più nomi
e gli autisti additati
citati a ignari figli illegittimi

Un tuono, timer alle nuvole
a ricompattarsi
nonostante il sole
col binocolo ride
nella radura blu del cielo

D'improvviso l'arcobaleno
ponte a ogni sogno rinfrescato
a tentare l'oltre d'ogni realtà ammorbidita
------------------------------------------
DA:Un Temporale Acclamato Con Nuvole Dirottate
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: L'ESTATE FULCRO D'ALTALENA    Lun Lug 24, 2017 5:29 am

Cani abbandonati sull'asfalto
ripassano con mimiche errori
che non hanno commesso
e alle mosche felici non importa
del loro dolore e pregano copertoni

Gli alberi,più che a crescere
sperano di non dimagrire
e le foglie assetate
in disperato sforzo
si ricompattano per un'ombra
che possa attirare
qualcuno al loro tronco a pisciare

Un vetro riflesso
minaccia a ingigantire il calore
e dar fuoco alla supplicante campagna
per vendicarsi di chi lo staccò dalla bottiglia
ove bevvero vellutate labbra
delle quali s'innamorò

A specchio di dentiere
riciclate a sorridere
o ferme ad enigma
ovunque sudore,
olio esausto dell'anima
ai mille adatti degli occhi usurata,
esce da ferite improvvise
riparate dal sale
testate dal sole

L'estate è un fulcro d'altalena
e alle due estremità
il tempo alle spalle e l'ignoto
e il dondolo simula assensi
tra cielo e terra
ma non si capisce a che cosa

Si sogna con paura l'inverno
imbalsama sorrisi, ansie e paure
e nella non vita a pausa
il cuore fa manutenzione ai suoi ritmi
per tenersi pronto
a nuove gioie improvvise
ma come incaute gemme primizie
puntualmente gelate
------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: PICCOLI INCANTI PERDUTI   Ven Lug 21, 2017 4:30 am

L'ultima quaglia
mozzo a convergenza
dei raggi di disorientanti rumori,
divorata dalla mietitrebbia,
vorticano ancora alcune piume
riflesse grigie dorate nell'aria
cercando ali attardate

Nei campi monocolore
non c'è traccia di fiordalisi e papaveri
e i grilli rare spezie contese da corvi

L'odore degli aculei bruciati dei ricci
in fuga disperata dallo spettacolo dei piromani
e qualcuno stremato raggiunge l'asfalto
ma subito stirato dai copertoni
di un bullo in vanto a centrarlo
al vano responso dell'autopsia delle mosche

Additato da una scolaresca
l'ultimo cardellino imbalsamato al museo
e il suo canto inciso su un microchip
goloso di un euro subito digerito da un timer

Lontano,un albero
biblioteca di mille ristori
rifiutatosi al destino
fiero dritto nell'orgoglio
e croce di nostalgia
trespolo di preghiere
scheletro di ricordi
ombra della sua ombra
ruotata a presagi
--------------------------------------------
Da: Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: INDIFFERENZA (Aforisma)   Mer Lug 19, 2017 5:18 am

A chi fa del male per il gusto di farlo
manca qualche importante rotella
al meccanismo del complicato cervello
-gli indifferenti che assistono al male
semplicemente non hanno nessuna rotella
-Spesso chi fa del male si compiace
e il compiacimento seppure al nefasto
esplora gli anfratti ombrosi dell'anima
-gli indifferenti,amorfi non hanno anima
--------------------------------------------------------
Da.Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: DIRCEU JOSE' GUIMARAES    Lun Lug 17, 2017 4:19 am

Ballava il valzer col pallone
poi fulmineo passava al tango
guardava la porta
e violento col sinistro
lo calciava a effetto
e questo prima d'arrivare
si ricordava delle danze
virava a sorteggio
e il portiere lo perdeva di vista
fino a ritrovarselo alle spalle

Era lui l'allenatore di se stesso
e quando non si piaceva cambiava
squadra e città,forse anche i sogni
il pubblico deluso ma lo capiva
era uno spirito libero
e la sfera di cuoio,il mondo
con cui giocava ad ingannarlo

Dirceu era affidabile
ma solo nel tempo che aveva promesso
lui amava gli addii fermi sui ricordi giusti
per avere quell'agro dolce
che solo la nostalgia sa generare

Lo chiamavano la formica
non si fermava mai
e portava a vela d'ogni approdo
sempre una foglia

Nei suoi infiniti andirivieni
un giorno sull'asfalto
gli fermarono bruscamente la vita

La stampa parlò poco di lui
il nomade coi capelli a rosa dei venti
era sempre andato via
poco prima di farsi amare
---------------------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: CALDO TORRIDO ( Capisci veramente che fa caldo,quando)   Gio Lug 13, 2017 5:18 am

Capisci che veramente fa caldo e cedi allo sconforto
quando i vecchi rinunciano a pararsi le mosche
e annuiscono al nulla con occhi socchiusi
fino a parcheggiare il mento al petto legnoso
abortendo un sussurro scivolato ai nervi
e la coda dei cani non risponde a frustarle
oppure sotto l'ombrellone balbuziente
zotiche e malelingue rinunciano a sparlare
dell'avvenente signora che licenzia la postura
e cede sguaiata a schiaffeggiare il ventaglio
oppure nello scorgere un pallone fumante
bagnato, impanato, abbandonato
dai bambini non più schiamazzanti
e affaticati a tenere verticale un gelato colante
mentre un elicottero con un ernia allungata
romba sui bagnanti con mani a tegole sulla fronte
e un naso sudato che non riesce a mirare
curioso il rumore al cielo incensato
spugna di pensieri rottamati dalla mente
-------------------------------------------------------
Da.Poesie Cialtrone
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: CALDO DI LUGLIO   Dom Lug 09, 2017 6:45 am

Fa caldo
la croce si fa sempre più pesante
unta di sudore ,scivolosa alle mani
e il calvario è come l'orizzonte
irraggiungibile
si sposta sempre più in là
e il poco vento a illusorio sollievo
è solo aria arroventata
dalle frustate

I vecchi sventolano bandiere bianche
e si arrendono ai respiri
che saltellano dal davanzale
delle bocche ballerine
e plumbei cadono sui piedi

Il cielo un coperchio rovente
di pentola a pressione
e noi granchi di una cena
vantati a fresco
che cercano disperati di sollevarlo
tra applausi di palati impazienti
---------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: IN SPIAGGIA   Sab Lug 08, 2017 3:55 am

Alita la calura
impercettibile vibra ombrelloni
e i colori ondeggiano a sprono
del mare immobile
e l'unico sciabordio
il tuffo di pance stressate
a contenere birra che lievita ancora

Occhiali e pagine di libri alla moda
si puntano minacciando divorzio
e sguardi calamitati
da nudità al lifting in risparmio
arroventano pelate tradite da riporti

L'acqua addormentata
non cancella la solita scritta ti amo
e l'invidia di chi si detesta allo specchio
in distrazione finta sciabola i piedi
ad appianare quella trincea del cuore
a difesa di eterna promessa

E' la mostra del tempo
di germogli e declini,
la spiaggia è un rudere
con una facciata al restauro
dei fiori sul tetto
e il resto cadente
---------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: SUBBUGLI DI PACE   Lun Lug 03, 2017 3:47 am

Il cielo,pattumiera di sogni
le stelle i netturbini in livrea
e la luna la loro ditta appaltatrice

Cadono pioggia gli implori
e lavano la terra
avvelenata dall'invidia

Ognuno prega di nascosto
per non essere emulato
già troppa fila per essere ascoltato
e le risposte ruggine nell'anima

Il vento schiaffeggia le facce
per scuoterle dalla noia
poi vortica negli sbadigli
e le bocche ruminano il silenzio
accucciato tra i rumori
a deridere la pace

I pensieri sono spilli trasparenti
pungono il dolore
che li porta ai ricordi
unica misura del tempo all'esistenza

Poi c'è il mare
salato dalle lacrime
le conserva per rivenderle alle nuvole
e il compenso una danza eterna
imitata tempestosa dai gabbiani

Aquilone la speranza
perde il filo e s'impiglia
all'arcobaleno
schiena carnevalesca
del destino clown
------------------------------------------------------
Da:Un Temporale Acclamato Con Nuvole Dirottate
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: IN VIAGGIO   

Tornare in alto Andare in basso
 
IN VIAGGIO
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 33Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3 ... 17 ... 33  Seguente
 Argomenti simili
-
» Viaggio post laurea
» Viaggio all'Inferno
» Tokyo Disneyland - Disney Sea : Consigli di viaggio
» MOSTRA A TAORMINA; "Viaggio a Taormina" 4-30 Agosto 2012 Fondazione Mazzullo. Anteprima di alcune opere del maestro..
» Il Viaggio Fantastico (a cura di F.M. Spampinato)

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Il peso dell'anima :: Poesia e Letteratura :: Le vostre poesie-
Andare verso: