BENVENUTO sul Forum!
Effettua la registrazione per condividere le tue riflessioni con gli altri utenti.
(Ti ricordo di cliccare sul link di conferma che ti arriverà nella mail di avvenuta registrazione).
Ti aspetto!
 
IndiceFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 IN VIAGGIO

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1 ... 16 ... 28, 29, 30 ... 34  Seguente
AutoreMessaggio
michael@santhers




MessaggioTitolo: IL FIGLIO DEL GENERALE   Ven Nov 09, 2012 4:27 am

-Giocava ad infilzar le rane ad uno spiedo
il figlio del Generale,robusto nei suoi anni

-Giocava ad ammazzar gli Indiani
sotto gli occhi fieri del suo allenatore

-Si ferì e fu contento di dominare il dolore
anzi si guardò allo specchio e disse all’immagine
fatti i fatti tuoi

-In un tempo che gli sembrò un imbroglio
degli istinti non calcolabili
lo portarono a una donna con armi bianche
che non lo arruolò in nessuna voglia

-Ne seguì una battaglia
e nella resa senza onore rinunciò ad ogni gloria

-Per quel figlio vile il generale si sparò

-Quel figlio per riprendersi l’onore
non dormì mai per non sognare
per essere stanco e nervoso nei desideri
che aggiravano le strategie

-Il figlio del Generale si è sparato
in una notte d’agosto di luna piena
mentre i grilli cantavano
e le lucciole cercavano di far capire
che le stelle non sono poi così lontane
e un usignolo eccentrico senza più voce
per gareggiare a contare le notti brave
———————————————–
Da:Amori Scaduti Di Un Essere Qualunque
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: BUZZURRI   Mer Nov 07, 2012 5:42 am

A volte vestono anche bene
giacca e cravatta sopra scarpe
che vanno per conto proprio
sorridono in anticipo o in ritardo
sempre fuori tempo, dipende
dal tempo impiegato dal cervello
a imitare un senso compiuto

Con parole arraffate
in tamarri anfratti
col fallo radicato nel cervello
alludono a pecorecce imprese,
cultura è tappo all’ano

Egoisti ignari del dolore
che ha bisogno di riflettere
e loro sterili a pensieri
al vanto di nullità assoluta

Hanno mimiche disarmoniche a parole
come se i nervi facciali litigassero
a contendersi il volgare

Sono figure che si possono evitare
ma la disgrazia è quando in politica
vengono anche eletti a governare
------------------------------------
Da:Vetriolo
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: ULTIMA CENA   Lun Nov 05, 2012 5:12 am

Come saliva
che scompare
in bocche assetate
così il tuo silenzio
inghiotte il mio cuore
amore di un tempo
nell'odio di oggi

Vedo i tuoi passi
riflessi
dileguarsi
sulla lastra di pioggia
in quest'autunno
che sembra
la sala d'attesa
di un mattatoio
e le foglie rosse
macchie di sangue
nei disegni del vento

Distante
dalle cose
che ho amato
coi coltelli degli anni
alle spalle
mi sento solo
mentre disertano
i più duri pensieri

Strappo la tua foto
dagli occhi
e irriducibile il disprezzo
lancia uno sputo
che si perde nell'acqua

Mi dico
si è suicidato anche l'odio
povero me
sono solo
sul banchetto degli anni
addobbato
coi fiori del male
nell'ultima cena
---------------------------------------------
Da: Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: NOIA   Lun Nov 05, 2012 4:49 am

Stasera non è rientrato neanche il gatto
e il canarino dorme sul trespolo

Nella stanza il silenzio
arrotola pensieri
sulla pergamena della noia

Andirivieni della mano
valvola di sbadigli sul tempo

Trema la luce riflessa in occhi
saturi di sogni flagellati sul futuro
mentre l’orologio gioca
a ping pong col cuore impigrito

Veglia il sonno l’apatia
tra abbandono all’ignoto
e paura di redenzione
di qualche dolorosa riflessione

Una mosca sul lampadario
riflette sul tavolo
l’ombra di un puntino nero
sudario d’ultimo entusiasmo
--------------------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: VENTO DEL SUD   Lun Nov 05, 2012 3:47 am

Scia di malvagi umori
il vento attorciglia
alle antenne
fili di sangue tessuto
vorticando grumi sputati
da rabbie covate
da ingiustizie antiche

Ruba calura ai tetti
padelle che friggono
impregnate di catrame
preghiere che hanno
tentato il cielo

Visita cavernose bocche
di amori con lingue adagiate
a richiamare il sogno
di ospitarsi e secche le labbra
ove si incolla la parola
... amore...

Agonie di vivi e morti
un fiuuuuuuuuuuuuuu
che attizza il dolore
per asciugare gli occhi
falliti dalla polvere
-----------------------------
Da:Vite Tremule
www. santhers. com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: ALI IRREGOLARI   Dom Nov 04, 2012 5:30 am

Camminava
un pò ondeggiante
con l'equilibrio
un pò precario

Un sorriso luminoso
che piegava a destra
per bilanciare
inconsciamente
quel difetto,
la gamba sinistra
un pò più corta

Un giorno gli disse
mi vergogno ma ti amo
e capisco che il mio amore
non può competere
con passi uguali
anzi non può mai partire

Gli rispose...
col tuo cervello
su una giusta anima
e col sorriso
che irradia a ognuno
tetri umori
farai molta strada
non ti perderai
nella vanità assoluta
della perfezione

Per paura d'esser trafitto
dai giudizi
di velenose lingue
non la sposò,
lentamente da lei
s'allontanò
e
oggi sogna
solo un angelo
che incontro'
con un ala più corta
e fu l'unico a portarlo
oltre la barriera
delle nuvole
tra le stelle
che ora nemmeno vede più
in un cielo sempre nero

Quell'imperfezione
aveva reso perfetta
sicura e utile
la sua anima
..tormentata
resa insicura e timida
da dicerie maligne
-------------------------------------
Da:Un Temporale Acclamato Con Nuvole Dirottate
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: IL MACELLAIO   Sab Nov 03, 2012 6:30 am

In un paesino ove la vita sempre tranquilla
faceva notizia anche un telefono che squilla
c’era unica macelleria priva di insegna
e solo indizio un osso appeso in alto alla porta
nessun cane in salti riusciva mai al boccone
e ogni giorno in ritirata a plagiare il magone
tranne uno un pomeriggio dopo tentativi riuscì
e veloce per intrigati vicoli festoso partì

Il macellaio dopo accurate indagini risalì al padrone
il re del foro,scaltro spietato,severo avvocato Marone
e quando timido e dimesso andò a esporre questione
questi ritenne giusto farsi carico della situazione
per Belzebù proferì hai diritto al risarcimento
ti devo seimila lire spero la cifra ti renda contento

Già gustava la somma doppia al valore dell’osso
ma l’avvocato fulmineo lo fece sentire in un fosso
pretese parcella per aver risolto mire al riscosso
diecimila lire meno il danno stabilito di seimila
quindi il macellaio doveva a lui quattromila

Pagò la cifra farfugliando,avvocati e cani
a onest’uomo hanno reso scuro il domani
----------------------------------------------------------
Da:Racconti D'osteria
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: IL POPOLO   Ven Nov 02, 2012 2:53 am

Sempre pronto
al linciaggio degli inermi
il popolo per chetare
la coscienza
reclama giustizia e moralità
salvo poi cercare nei politici
che non si eleggono da soli
il terminale collettivo
al loro innato delinquere

Potremmo paragonare
la società a un orologio falso
-la marca è la Nazione
-le lancette i governanti
-gli ingranaggi i burocrati
-la corda il popolo
-le ore fasulle la somma
dei meccanismi d'imbrogli
-------------------------------------
Da: Vite Tremule
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: SCELTE   Gio Nov 01, 2012 4:06 am

-Inquieto del traguardo
il bimbo si staccò
dal seno
nella macchina
che infilzava i paesaggi
arroventati
e come pelle
d'ippopotamo
spingeva i suoi pidocchi
al mare calmo
ormai pronto
a prostituirsi
per nuove accoglienze
e soddisfatto
il marito guidava
verso incroci
d'altri occhi
convinto della scelta
tra cane e padre
carezzò la bestia
che offrì i testicoli
come gratitudine
trovando scontato
l'abbaiare
-A casa il vecchio
si fece il segno
della croce
e starnutì
sulla fotografia
della sua gioventù
a fianco
della sepolta
compagnia
-Il rumore del claxon
fermò le fatiche
nell'arrivo
mentre ormai lontano
una lacrima
nella scelta
salutò la vita
e assegnò
la vittoria
....al ..cane....
--------------------------------------------
Silenzi Che Hanno Parlato Al Vento
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: 57 EURO   Mer Ott 31, 2012 3:01 am

Telefonai al direttore del night
gli dissi ho merce nuova
è bionda e non le manca nessun dente
ha il cuore giusto
per sopportare gli insulti
negli occhi ha il mondo visto di passaggio
e l'anima non le si è mai fermata
renderà prestigio al tuo nome di mercante

La vendetti per cinquantasette euro
e una stretta di mano

Disse ti mando Caronte
ed ebbi appena il tempo
di ultimare uno sbadiglio
e l'uomo che a occhio e croce
conosceva i giri del destino
andò incontro alla donna

Mi disse non pentirti
il prezzo è buono
non toccarti la coscienza
le puttane sanno fare
solo questo mestiere
a ogni albero il suo frutto
una quercia non può portar ciliege

Mi sentii sollevato
voltai gli occhi al cielo e sussurrai
oh! nebbia di Dio
mischia bene le carte
per un'altra partita

Il fruscìo dei soldi
chiuse la storia
---------------------------
Da: Silenzi Che Hanno Parlato Al Vento
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: OVE   Sab Ott 27, 2012 4:28 am

Ove tutti abbeveravano
occhi nel cielo terso
-ove tutti confrontavano
oro del sole con gruzzolo
di felicità nel cuore
-ove tutti a naso in su
paragonavano croci redenti
ad ali di festose rondini in amore
spalancate nel blu celestiale,
io solo vedevo nuvola minacciosa
-Portai sempre un nero ombrello
in realtà scudo alla mia anima
paurosa di perdere malinconia,
collaudata difesa
dormiente mastino
a guardia d'ogni spiraglio gioioso
cavallo di Troia del dolore
-----------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: CIPRESSI   Sab Ott 27, 2012 4:27 am

Nei cimiteri
cipressi
verdi scale
illusorio salire
d’anime
divorziate
da ossa

Rifugio sicuro
a uccelli
difesi dai morti
da spari di vivi

Ombre longilinee
lancette del tempo
girate dal sole
segnano futuro
dimesso

Coreografie
a redenzioni
applaudite
da speranze
--------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: AVE MARIA (Di Un Ateo)   Lun Ott 15, 2012 3:41 am

Ave Maria
farfalla dei cieli
polline di stelle
che vaghi in preghiere
di poveri cuori
che hanno speranza
di giungere a te

Madre dei figli che vedi
ferma la scia di un lampo
per dar luce
a quelli dispersi

Noi atei o peste
abbiamo nel sogno
l'umana speranza
fatta di ali
per venirti a trovare
nel tuo eterno grembo
di quieta

Ave Maria
nebbia di mente
e luce di chi crede
poniti come speranza
anche per noi figli incidente
di istinti e di impulsi
sfuggiti
a irrefrenabili orgasmi

Ave Maria
quando il tuo nome
scuce le bocche
..non credo
ma sento una flebile gioia
e non sò il perchè

Ave Maria
forse soltanto
il tuo nome di madre
che richiama i suoi figli
sfuggiti
al destino
...del mondo
----------------------
Da:Parole fredde
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: SENZA VOCE   Ven Ott 12, 2012 3:38 am

Gente rintanata dentro casa
dialoga con sbadigli e grugni
col pensiero verso il non so dove
…si consumano le scarpe
gli abiti Cinesi sono sfibrati
in macchina la marmitta fa comizi,
il frigorifero,cassa forte scassinata,
i fornelli ceri al lunario
la televisione,calcolatrice
paghi un pollo ne prendi tre
e fa zero al portafoglio,
i cani ormai l’osso lo vedono
su rosicchiati libri d’asilo,
le preghiere andassero anche a buon fine
devono fare interminabile fila
e l’amore sa, senza radici nutrite
nessun albero darà frutti
-Qualcuno pensa di rubare
ma viene preceduto su ogni mira
-In molte famiglie non c’è poesia
dormono imbavagliati
per paura nel sonno di svelarsi sogni
e al mattino la colazione
terno all’otto
-I partiti politici ormai bande
e i briganti intimano silenzi ai testimoni
-la morte non fa più paura
anzi uno in meno al forzato dividere
-Speranza..amo senza filo
--------------------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: METRONOTTE   Lun Ott 08, 2012 3:55 am

Pastore di lupi
pedala tra lucciole spente
tira corde all’ammaino
di nera vela bucata
da spilli di luce,
attracca al fungo dell’est
vampiro si dilegua
alla croce del giorno
--------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: L'IMPOSSIBILE   Ven Ott 05, 2012 1:56 am

Il mio gatto
cerco’ di imparare
a volare
senza mai riuscirci

Io con mille modi
cercai d’ esplorare
la valle del tuo seno
senza mai riuscirci

Un giorno vidi il mio felino
schiacciato su una strada
e mentre regolavo il mio dolore
un falco lo prese con gli artigli
e lo portò alto nel cielo

Pensai ed ebbi ragione
è più facile che si avveri
l’impossibile
e non il possibile
il cui solo limite
è il consenso
—————————————-
Da:Quando Gli alberi Si rifiutano Di Ospitare Le Foglie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: CERTE SERE   Gio Ott 04, 2012 5:09 am

La bottiglia è vuota
non ha fatto il suo dovere
e non c’è nessuno a cui dire
tienimi isolato un pensiero
sfuggito alle tenebre
me lo restituirai al mattino
quando l’anima ritorna
lo posso liberare al sole
e se in volo un amore gli sparerà
cadrà sulla rugiada
creduta pianto
alla sua sorte

Certe sere il buio una spugna
riempita di silenzi
e la luce nelle case
il tentativo di strizzarli

Certe sere la televisione
un serbatoio di nebbia
e il frigorifero si spegne
al freddo del cuore
mentre una mosca si scalda
su una lampada

Certe sere
Unica compagnia
…..il respiro…
o un capello
solletico al naso
-----------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: DAL ROTTAMAIO   Ven Set 21, 2012 4:23 am

Nel cimitero della ruggine
ci sono anime che parlano,ridono,piangono
salutano per chi le sa ascoltare,vedere

Un telaio di bicicletta
racconta di una gonna al vento
di torcicolli e salive bollenti in gola

Una moto col suo rombo potente
a spronare un affaccio alla finestra
oppure solo a segnalare un cuore in pena

Un vecchio camion traghettò
lo sbarco di lunario alla gloria
e da questa all'arroganza

Una caffettiera compagna di mille veglie
per un ritorno mai avvenuto

Un aratro,unica unghia,s’aggrappò alla terra
scorticò stenti,spronò pane secco alle bocche

Una macchina da scrivere
scrisse lettere che non ebbero mai risposte
e lo scrittore la regalò a un analfabeta

Un torchiò,cacciò vino dall’uva,
calmò e annegò deliri al padrone
che finì schiacciato da bugie dell'alcol

Un ferro da stiro,nobilitò la padrona
schiavizzò al dolore il suo ammiratore

Una macchina per cucire
diede nuova pelle a vanità
poggiò occhi in tanti specchi
e alcuni vi rimasero

Un lume a petrolio,si fece fioco
coprì la timidezza di due fidanzati
e nel primo bacio un bagliore
Li consegnò alle stelle

Un piatto di ferro smaltato
sempre vuoto a tavola
si riempì una sola volta di pianto
----------------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: ULTIMO SEMAFORO   Mer Set 19, 2012 3:44 am

Nel paese dei morti
a questo podio che nessuno vuole
mi sarebbe piaciuto arrivarci
con la pace nel cuore
e non come involucro
di dolore mai domo
-Se il paradiso esiste
vedrò questo cipresso accanto
a novembre carico di ciliegie
e una mano coglierà per te
due grappoli come orecchini
per abbinarli alle tue guancie
semaforo rosso dei miei sogni
-amore mio caddi nel giallo
che non cambiò mai
e ora quest'ortica ai piedi
dà verde al mio immobilismo
------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: VEGLIANDO IL TEMPO   Ven Set 14, 2012 5:25 am

I vecchi non dormono la notte
per rubare un po’ di vita alla morte
e passeggiano tra le stanze
illuminate da pensieri antichi
a rendere pratico il furto
ma poi vengono assaliti dai ricordi
e vanno a urinare sperando un sollievo
lieviti pace all'anima

S’affacciano alla finestra
gufi e lune comete all’ignoto
e abbaio di cani a volerli cacciare
prima del giudizio impietoso dell’alba

Ancorati al tempo da un nipote
sempre più grande,sfuggente all’afferro
ma c’è il nome saldo al cognome
ma il dolore è non poter travasare
in essi occhi stracolmi d’esperienze

Nella vecchia stalla
-l’asino è fantasma
-nel garage l’ape, ingombro e mugugni
-il lavoro, antiruggine scaduto
-gli amici,scacchi divorati man mano
in lunga partita di sconfitta
-la pensione morbido tappeto
accorciatoio al baratro

Ora l’urina è piombo
picchia sulle scarpe
una volta,arcobaleno poggiato
tra illusioni e speranze
e nel dorso dei colori gli anni
persi in un lampo
-------------------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: DOMENICA ITALIANA   Lun Set 10, 2012 3:27 am

Oggi è domenica mi dico finalmente
posso dormire in pace fino a tardi
ma all’improvviso uno scroto rinsecchito del garage di fronte
con aria da bricolage tendente a pappagallo addestrato
inizia, con trapano, smeriglia e idropulitrice
e si compiace del suo hobby da pensionato

Rassegnato m'alzo per andare al parco a passeggiare
ma la strada è sbarrata per una corsa ciclistica
di attempati atleti (reclamati dalla zappa)
che se lanciati da un aereo
da diecimila metri, in caduta libera manco fanno
degna velocità da rientrare nella parola... sport

Prendo una via alternativa e me li ritrovo davanti
paiono una squadra rianimata e in lotta contro l’asfissia,
dopo varie peripezie giungo all'agognato verde
e cosa vedo... una miriade di cani, alcuni col gilet
a rincorrersi abbaiando, digrignando e a defecare sull’erba

Cambio di nuovo idea, vado al bosco per funghi
quando all’improvviso sento degli spari
e dei pallini che bombardano i rami sopra la mia testa,
cacciatori ecologisti ovunque a proteggere
la foresta da dannose invasioni animali

Armato di pazienza opto per rasserenarmi a messa,
giunto in chiese m’assale pesante dubbio
d’esser finito in uno zoo, o a una kermesse di moda
pellicce d’ogni genere e profumi da vomito
e da reazione chimica

Faccio per tornare a casa sconcertato,
a un kilometro dal portone
odo dei rumori da movimento terra,
per bacco! ci sarà qualche rottura all’acquedotto o al gas,
niente di tutto ciò, al piano di sopra
una festa di compleanno e i rumori meccanici
dovrebbero essere armoniosa musica moderna

M’affaccio al balcone e urlo a squarciagola
....Vafaaaaaaaaaafan…..o italiani
-------------------------------------------------------
Da:Vetriolo
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: SENZA TRACCE   Sab Set 08, 2012 2:56 am

Possibile che in questo paese
non ci sia traccia di un reperto storico?
è come se nei secoli tutti avessero
in punta di piedi evitato
questo posto senza senso
ove unici tramandi etnici sono sbadigli
e ciarlerie di vecchi alate da vino

Gli unici amori raccontati
quelli di case terreni sommati
da parentele sposate da notai

Hanno tutte le stesse facce di creta
cotte dal sole,solcate da stenti
lucidate dalla neve,affrescate dal gelo
rabbuiate dall’avarizia
illuminate dall’ingordigia

Anche i cani sono diversi,abbaiano sempre
per proteggere dai sogni cervelli plasmati
altrimenti corrotti a cedere averi sudati
a bizzarrie di cuori su scie d’incanti
che abbeverano a occhi vuoti
carni proibite, immaginate svelate

E’ un posto dove i fiori
hanno stesso prezzo del fieno
si vendono a chilo
e dopo aver servito futilità
d’usanze maldestre acquisite
fanno almeno pasto a capre e cavalli
-------------------------------------------

Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: LA MIA TERRA   Ven Lug 06, 2012 4:45 am

E’il posto dove il latte grazie agli additivi
supera il peso delle vacche,
gli autisti il numero dei pullman
i generali quello dei soldati
le diserzioni al lavoro gli statali
e i camini fumanti gli abitanti

Un luogo ove le cagne adottano maiali
i politici questue promesse
i preti certezze consumate
la televisione il silenzio macero
i vecchi sciagure da masticare
i mercanti gli spergiuri

Barcollanti asini spelacchiati
bastonati dal progresso
azzannati dal passato
conciati dai ricordi,
ragli al vento il lascito
vetri al cervello udirli
lacerante all'anima ignorarli

Piloti di trattori,invidie di clown
bombardano con diserbanti
pigre campagne omertose a stermini
e lebbrose si fasciano di silenzi
ogni tanto spezzati da corvi gracchianti
felici in volo con aureole
incorniciano carogne,letto di mosche
esequie di dita,pinza ai nasi
mire forfettarie di salive

Spari di feste patronali
omaggiati a Santi ma in segreti intenti
ogni botto indirizzato a decimare
un cuore mirante a spartizioni
di miracoli pregati a offerte

Funerei stendardi ammuffiti
ostentati da sacrestani da salotto
fasce tricolori,panciere al satollo
marce di dominio,timbri a sentenze
autorità marchiano rivali
-----------------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: SIAMO   Mer Lug 04, 2012 3:02 am

Siamo pietre in mezzo ai muri
sui quali altri appendono spaventosi quadri
che non capiscono ma qualcuno
ha stabilito che il loro prezzo salirà

Siamo consumatori consumati
denti piccoli di un mercato mai chiuso
stritolati da mostruose fauci
di poteri occulti

Le macchine che dovevano aiutare
hanno tolto lavoro a tanti
e sovraccaricato ai pochi

Tutti quelli che hanno subito guerre
smettono religioni e randagi a lumi
pregano se stessi
affinché il coraggio duri
e i ricordi si dileguino

Siamo pesci al bivio tra esca
e secca al fiume
cotti al sole o in padella
e l’ultima nuvola speranza
dissolta al mare

E' società civile,ricordano imbonitori
in propagande elettorali,
agli invalidi dignità assoluta
e nei canili ampie cucce climatizzate
poi ignorano chi in buona salute
offre un rene per campare
o vende un figlio da usare a ricambi
-----------------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: OMBRELLONI   Gio Giu 21, 2012 3:43 am

Zotiche mogli declassate
da intonaco trucco,
stordite dalla calura
sbraitano al baro destino
-A fianco mariti
posturati a ippopotami
o a cani da pagliaio dimesso
sotto giornali a tegola
guerci osservano donne avvenenti
che al recepire di sbavo
lustrano copioni millenari

Soliti giochi di gruppi
a cuocere sterili idee
e l’ennesima canzone pappagallo
a uniformare sfiati a labbra

Fuori da ogni libro
una fisica di stolti,
coriandoli,ombrelloni
scalciati dalla sabbia
e oppressi dal sole
sospesi su teste pomatate
fotocopiate da giornali

Qualche bimbo accaldato
con dito in bocca a termometro
a ricordare al padre rosolato
l’ora di pranzo

Sfrecciano rondini
cantano malinconiche,
i loro insetti,satolli dormono
sui cocomeri e gelati caduti
insabbiati a cotoletta
------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: IN VIAGGIO   

Tornare in alto Andare in basso
 
IN VIAGGIO
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 29 di 34Vai alla pagina : Precedente  1 ... 16 ... 28, 29, 30 ... 34  Seguente
 Argomenti simili
-
» Viaggio post laurea
» Viaggio all'Inferno
» Tokyo Disneyland - Disney Sea : Consigli di viaggio
» MOSTRA A TAORMINA; "Viaggio a Taormina" 4-30 Agosto 2012 Fondazione Mazzullo. Anteprima di alcune opere del maestro..
» Il Viaggio Fantastico (a cura di F.M. Spampinato)

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Il peso dell'anima :: Poesia e Letteratura :: Le vostre poesie-
Andare verso: