BENVENUTO sul Forum!
Effettua la registrazione per condividere le tue riflessioni con gli altri utenti.
(Ti ricordo di cliccare sul link di conferma che ti arriverà nella mail di avvenuta registrazione).
Ti aspetto!
 
IndiceFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 IN VIAGGIO

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1 ... 17 ... 30, 31, 32  Seguente
AutoreMessaggio
michael@santhers




MessaggioTitolo: ORIENTE   Gio Ago 19, 2010 5:55 am

In immobili vite
plasmate al creato
cuori si frantumano doni
a mistici richiami
di luoghi d'incanto,
albe orientali
nella calma serafica
imbalsamata
da rituali gesti compunti
di monaci Buddisti
che lenti cucinano
silenzi da offrire
suggerimento
di voci interiori

Intensi colori sgargianti
armonizzano occhi zuccherati
nel connubio soave
tra sfarzi,miserie mai pene
e millenari sorrisi
orizzonti d'inconsci

Donne vestite fierezza
liberano infinite dolcezze
nel tempo sfiorato che non esiste

Oriente
limbo di pace
fiato d'armoniche
e suoni da cogliere
richiami di passi felpati
in sale d'attesa
precarietà felici
mai misurate
mai scosse
da lancette di rughe
ferme saggezze
---------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: CONSEGNA   Sab Ago 07, 2010 4:37 am

Il calar del sole
apre la malinconia
offre la ruota un altro raggio
tra i tanti che non possiamo
contare
e mai sapremo quale si fermerà
ultimo mirino agli occhi

Ingoia l'ultimo profilo deforme
il cane e lui non sa che
è scesa un altra tacca
del sipario
..perderà solo un ombra
di compagnia
e abbaia per oliare
il buio al sonno

Questa consegna
tra giorno e notte
sembra due fette di un panino
e io in mezzo
.....il companatico.....

Amore
vorrei fossi tu
a darci
il primo morso
--------------------------------------------
Da:Vetriolo
www.santhers.com
michael santhers
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: LA VECCHIETTA   Sab Ago 07, 2010 4:36 am

Setole e capelli
innevati,
denti assedio di parole
nel parcheggio
d’anni da rimuovere

Una casupola
frontiera ultima al progresso,
tetto e finestre
fisarmonica d'addio

Gerani,basilico e prezzemolo
giardino all’uscio
ultimi fiori d’anima

Solitudine fuori vocabolario
sogni di gioventù
su ali mai stanche,
pascola sereno il cuore
nei ricordi coltivati
------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: UNA LACRIMA   Mer Ago 04, 2010 4:29 am

Sgorgò dalla pupilla
messaggera a perdersi
una lacrima,
s'appollaiò al viso,

Guardò il mondo
gelido indifferente,
pregò il vento
e una folata
la rispedì dolore
al cuore
-----------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: PUSHER   Sab Lug 31, 2010 4:52 am

Farmacisti spacciatori
di miraggi d’ elisir
i politici drogano coscienze
che cercano sempre i loro pusher

Su pacchetti di sigarette
Statali palliativi a noia e dolori
d' obbligo c’è scritto
il fumo uccide e tanti eroi
a sfidare mortale pericolo

La felicità in arido mondo interiore
è dispendiosa luce artificiale
ha bisogno del buio pesto per affermarsi
e quando questo non c’è
l’umano,artificiale lo crea
d’altronde non ha senso
accendere una lampada in pieno sole
così i governanti creano paludi alle menti
per bonificarle dimostrando così
d’essere indispensabili alla causa

L'opposizione invece
non avrebbe ragione d'esistere
se Santi coloro al potere
perciò in eterno segreto tifa sfacelo
e visibile contesta maltagliata eroina
-------------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: DUCATI SCRAMBLER 350   Ven Lug 30, 2010 4:49 am

Serbatoio a goccia d'antico pianto
faro,occhio commosso di Polifemo
motore, aquila accovacciata
in riposo d’allerta intuita
telaio cavallo guerriero

In partenza,duro,capriccioso
scalcia fantino di scarso piglio
starnutisce,tossisce poi s’avvia
scoppiettante amalgama sferragli
in rumore ribelle a meccanica d’elite

Innesti d’artigiani le marce
avvisaglie di ribelle impegno
ognuna strattono di briglia
a severo cambio di passo
tempra d'umore

Pianure e salite stirate identiche
sbuffa in discesa, vizio sprecato,
negli anni settanta,speranze in cuori
alati da sogni e fatiche
mappe e numeri al viaggio
preghiere mentali
---------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: IL SORTEGGIO   Mer Lug 28, 2010 3:02 am

Lenta con fare impercettibile
una lumaca attraversò indenne la strada

Fece la stessa cosa un uomo mediocre
e una macchina gli rubò per sempre la vita
che servì al destino per un mosaico
dove mancano sempre i pezzi
sorteggiati a prezzo zero
per il dolore di chi resta

Purtroppo era un uomo qualunque
che per strada si confondeva

Qualcuno gli regalò una stella
che non conosceva
altri evidenziarono un vuoto
che non era stato mai pieno

Furono scavate frasi e commenti
di gloria mai seminati
-Il tutto durò solo un giorno
poi l'oblìo divorò per sempre quel nome
un nome come tanti
sorteggiato al posto di una lumaca

Io penso
per restare in qualche memoria
bisogna aver fatto del bene o del male
in modo...abbondante
------------------------------------------
Da:Amori Scaduti Di Un Essere Qualunque.
www.santhers.com.




Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: CIPRESSO   Lun Lug 26, 2010 2:58 am

Veglia d’un condominio sbagliato
ove ritratti non rispettano regole
volti beffardi ognuno d’unica foto trovata
non ebbero voglia d’immortalare
frammento di pace a tacitare
chi pene gli inflisse

Irrequieto cipresso tra presagi di sfide
invoca vento affinché ondeggi
servendo ombra e luce a mimiche
nel dubbio tacitare,irritare
casomai nell’attimo di mezzo
speranza limbo di pace agli umori

Nel marmo la rabbia
in verde fogliame la paura
è triste far compagnia ai morti
irriverenti a irrequieta esistenza
emanano atmosfere nefaste
affettano intorno la quiete,
così anche un albero può aver vita greve
in destino di posto sbagliato
-------------------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: FARAGLIONE   Sab Lug 24, 2010 5:17 am

Là sul terrazzo d’ultima casa
sopra gli scogli ove ai piedi
il mare bacia la terra arroventata
dal sole che sgretola intonaci
piglia all’amo anime in attesa
d’una notizia evasa agli abissi

Là dopo giri di prova
auspicò d’esser sepolto
affinché Lei promossa sirena
potesse ogni giorno parlargli
specie d’inverno quando il vento salato
taglia facce indiscrete
costrette al rintano

Lei partì un giorno d’estate
tra grida di festa e giochi di bimbi
cavalcò un’onda di solo andata
salutò muta coi capelli dorati
divenuti improvviso tentacoli
in fuga dal vuoto in appiglio

C’è una voce la sera prestata ai gabbiani
stridula chiama un cuore impietrito
solo lui la capisce e sul muschio bagnato
del faraglione la scrive
con lo stelo d’un fiore
e con due labbra viola l'asciuga
----------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: GIUSTIZIA DI MORTE   Sab Lug 24, 2010 3:51 am

Occhi nel nulla
staccati dall'anima
che sussulta
alle urla raschiate
alla gola dal vento secco
che ruba le lacrime

E' un uomo in vita
col cuore già morto
con la faccia già lapide
con epitaffi di invettive
di gente tranquilla

Pende un cerchio
di corda che penzola vuoto
ai preparativi inclini
alla forma della legalità
sempre pronta a porre rimedio
allo sconfino con danni
della pecora nera
che belerà per l'ultima volta

E' una spugna lo sguardo
di un uomo che muore
nasconde ogni coscienza
amalgama ogni rimorso
che uscirà unico sputo
dove di ognuno ogni colpa
si fonde si mischia
e Dio avrà un unico male
da dividere in pene leggere

Col rito di raccomandare
la nefasta anima al limbo
un pennello di ferro
muove il sipario del gesto
che scorre tra pioggia
addolcita tra parole di fede

Tornano a casa col sollievo
del male estirpato
ma col terrore che quello sbaglio
a portata di mano è in ognuno di noi
lo stesso che ha azzerato
l'umana pietà
e nella notte tra il ricordo che viene
e il sogno spine al rimorso
molti urleranno....era una vita
che si poteva salvare
e soltanto punire
..di nostro figlio
non conosciamo il cammino
ma di certo se sbaglia o confuso
il suo cuore si fermerà
sotto un pollice puntato alla terra
----------------------------------------------------
Da: Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: LOCANDINA   Gio Lug 22, 2010 4:26 am

Figlio legittimo del dolore
Il rancore in amore si fa rammarico
e questo nostalgia
lenta licenziata
da nuovi fotogrammi mentali
agganciati dal cuore
funambolo triste deriso
mischia presente e passato
per un cocktail all’anima
chiamato malinconia

Regista occulto perverso
a dosare ombre e lumi spiragli
il tempo assegna parti sbagliate
deride gli attori,
inseguono gioie nel pianto
e lacrime coi denti

Due occhi spenti
sullo sfondo d'un rudere
locandina appesa alle spalle
per guardarla allo specchio
reperto d'orgoglio
----------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: ORA   Lun Lug 19, 2010 5:08 am

Ho raccontato tutto
per corrompere il cuore
di chi non mi ha mai amato
e ho finito le parole
per chi ora mi ama

Ho dato il meglio di me stesso
per chi mi ha ignorato
ora mi è rimasto il peggio
per chi mi considera

Le mie poesie
sono nate tutte nel dolore
ora nella pace
mi è rimasto il silenzio
incomprensibile anche a me stesso

Nel rancore,nell’odio
avevo traguardi di vendette
ora nella pace
vedo la pacata...fine
e piccoli sono diventati
i lumi di ambizioni
come quello di eludere
una zanzara
che mi sta dissanguando
------------------------------
Da:Parole Fredde
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: QUANTI ANNI   Lun Lug 19, 2010 3:55 am

Ho il doppio degli anni
della vita massima
di un cane di buon padrone

Ho gli stessi anni di un mercante
tra l'avvio e l'arrivo
meno quelli di un bambino
al primo stupore

Ho gli stessi anni di un padre
che smette di esser figlio

Ho gli stessi anni della metà distanza
tra gli occhi e il tramonto
dietro l'ultima collina

Ho la stessa età di chi può anche arrendersi
e il doppio di chi spera senza affanni

Te lo dirò bambina mia
anche se il conto è facile
ho solo cinque anni in più del tuo sorriso
---------------------------------------------------
Da:Amori Scaduti Di Un Essere Qualunque
www. santhers. com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: MODERNITA'   Dom Lug 18, 2010 6:04 am

Matrimoni baracconi
farciti messe incagliate
in smentite,arpioni litanie

Viaggi erranti mappati factotum
per ritrovare anime proprie
in posti sconosciuti da assorbire

Mode pappagallo
code d’asini antennate
e nasi asserzioni tartufate
a deretani guida

Notti bianche collettive
a cercarsi eroismi individuali
in fracassi addobbi
preludio firma autoconferme

Donne vetrinate
vanità da frattaglie a filetti
ennesime esposizioni
tagliole a quantistici ormoni

Facebook e cellulari
binocoli a contrario
vedersi lontani da vicino
rimescolanze,prezzi d’abitudini

Copiare imperativo
originalità qualunquismo
meta vuota raggirata evoluzione
s’incaglia ciabatte griffate
e allevare prole in TV
oggi senza radici
nel ieri saccheggiato
ignari perpetuato

Non s’estingue specie
sulla quale pende
taglia di lumi a rinsavire
-------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: IL CANCELLIERE TEGOLA   Sab Lug 10, 2010 6:11 am

In tribunale il cancelliere Tegola
con la testa nel vortice di un amore perso
scrisse arrosto invece che arresto
e per quel giorno la giustizia andò in fumo
come in fumo il sogno di quella figura
adattata e fatta vagare troppe volte
nelle stanze, nel suo letto in sogni in piena luce
spesso consumati nell'abbraccio di un cuscino unto
nel rumore di una frase strozzata tra denti incauti

Quella vita consumata a misura
e fatta passare per l'inchiostro di una penna
e adagiata sopra un foglio mai spedito

Quell'amore circondato da un sorriso
mai diretto...per paura
quel suo cuore vagabondo e razionale
depositato tante volte in una rosa
mai donata per orgoglio

Lo chiamavano il cancelliere Tegola
per quella mano portata troppo spesso
a taglio inclinato sulla fronte
per far cadere in basso i suoi pensieri indegni

Per caso o per far fede al suo nuovo nome
lo trovarono appeso sotto una grondaia
stavolta sopra la fronte...una tegola vera

Io pensai
siamo noi che dipingiamo i quadri tristi
della nostra vita e gli altri implacabili
giorno dopo giorno costruiscono
la cornice da appendere
--------------------------------------
Da:Un Temporale Acclamato Con Nuvole Dirottate.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: PETI   Ven Lug 09, 2010 3:48 am

La vecchia macchina da scrivere
s'inceppò e saltò una O
e invece di poeti peti
ma poi si rese conto
non c'era differenza tra i due termini
aria e recite stesse flautolenze indecifrabili
solo quelle letterarie incoronate
e le altre denigrate
comunque entrambe a perdersi
nell'aria
-Era una sera imbalsamata d'inverno duro
l'ombra disarmonica
rifiutava compagnia alla figura
e le parole dattiloscritte rilette
fulminee ritornavano a cuccia al cervello
rifiutandosi a suoni di vita
e solo l'eco dei peti forzati nella stanza buia
segnalava a se stesso umana presenza
-In certi momenti
quando i pensieri tomba di se stessi
qualsiasi segnale, rumore esterno
può essere flebile fiamma
e flebo all'esistenza
affossata in suo stesso inconscio congelato
------------------------------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: POSTI DI LAVORO   Gio Lug 08, 2010 3:08 am

Posti di lavoro
di grande sofferenza
non per fatiche estreme
ma solo per l’ignavia
di certi capi che andrebbero
almeno per gioco di parole
decapitati

Bastardi di brutta luce al parto
in aureola di costante cupidigia
e unico intento,cecchini a sorrisi
carcerieri a ogni gioia

Che l’inferno li accolga
a gran fanfare su tappeto
di carboni ardenti
per un brindisi all’infinito
di lava in gola
-----------------------------
Da:DestinI E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: SALDI DI FINE STAGIONE   Mer Lug 07, 2010 1:58 am

Il tempo lento e veloce
sempre nelle sistuazioni che non serve

L'estate è finita

Si aggirano gli ultimi turisti
come insetti sfuggiti a un pesticida

Al ristorante
sono tutti stanchi e un po' nervosi
un cameriere chiede a dei signori
cosa prendono da bere e questi
siamo venuti qui per mangiare

Fuori dal locale legato a un tavolino
non accettato dai commensali
un cane che ha perduto la memoria
non si ricorda di abbaiare
e cerca di scavare il pavimento

Vengo distratto dalla televisione
parla di un uomo che passava
con la macchina davanti a una chiesa
e nel farsi il segno della croce
ha investito un bambino

Poi..
entra una donna brutta
con due bellissime figlie
e mi viene da pensare
che anche dal peggio si creano cose buone
e che non sempre ciò che promette bene
va per il meglio

In questi saldi di fine stagione
strizza il mio cuore una nonna
che mangia quasi niente
e considera suo nipote
come ultimo appiglio alla vita
che la sta per lasciare
----------------------------------------
Da:Pensieri Che Non Dormono Mai
www. santhers. com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: MADREPERLA   Dom Lug 04, 2010 4:33 am

Nel vuoto dei giorni
occhi di madreperla
ad arrostire i cuori
attizzati dal vento
delle ingiurie pesanti

Sono i tuoi
spezzano difese di castighi
recinti di abbozzi preghiere
blasfeme

Donna che cucini
zuppe di colori
con fiori d'altri intenti
un intruglio di peccati
che l'anima ricerca
nell'espandersi al ristoro

Il passo danzante
che mi regali come incanto
è una cerna di pensieri
ancora nati e già
stritolati dal destino

Rimane
una vita da cani
che oliano abbaiando
con bava e rimorsi
il silenzio arrugginito

Verranno altri giorni
maledetti
a coprire i tuoi bagliori
scintillanti
a scaraventare volti
nello stomaco
per una somiglianza incerta
azzannata dal tuo infido
sorriso

Sono solo pene grevi
che non posso evitare
ma serviranno all'ossa
scricchiolanti a ricordarsi
che l'inferno l'hanno fatto
a piedi e col rumore
hanno divorato il tempo
sulle scie di due occhi
maledetti di madreperla
e bocche sdentate
chiameranno tutto questo
a fiato secco e stridente
.....ancora..amore mio.....
----------------------------
Da: Voci Dall'Inferno
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: AMORE DI LEGNO   Mer Giu 30, 2010 6:13 am

Seppur per il Santo
nel cuore non avevo
più preghiere
ormai scomparse
in pessimismi
d'altri consulti sterili
-Attesi la processione
formicaio di lento andare
su galleggiante foglia
sopra cheta acqua
-Osservai la folla
in compostezze,
controparte a malfatte
sottaciute
-Nel biascicato sussurro
di sermoni
d'incanto all'improvviso
bella come non mai
sfuggita al sogno
mi passò davanti,
con sgomento vidi
era lei statua di legno
e umano vivo parve il Santo
che sicuro ruotò
imploro al cielo
-Mi sentii deposito d'anticaglie
e lei dorata icona rubata
-Da ateo feci zig zag
con la mano,simulai una croce
sulla lapide d'ennesimo
gelido silenzio
intitolato amore
----------------------------
Da:Voci Scomode
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: ATMOSFERE PERSE   Dom Giu 27, 2010 4:30 am

Nella pignatta
al bollito di maiale
la vecchia aggiunse delle rape

Piccole bolle
come da bocca di naufrago
che lotta per rimanere in vita
uscivano ai lati del coperchio
che di tanto in tanto si sollevava
come crosta di terra
spinta da un animale alla scadenza
di letargo

Ai bordi
simile a bava di lumaca sazia
una piccola schiuma
si allungava e si ritirava
intenta a voler disegnare in premura
una geografia soddisfacente
e lontana da ogni guerra

Tenuto alla distanza giusta
il fuoco a imitar un atleta che chiude
la carriera partecipava al gioco
con distacco e di tanto in tanto
una fiammella confermava la presenza
del calore più intento ad allearsi
all'atmosfera serena e non alla cottura

Vorticava nel silenzio la melodia di una fanciulla
e nell'aria le delizie del suo cuore
accarezzavano le orecchie del gatto
che si trovava a metà tra il paradiso dei profumi
e il nettare dell'anima che si scioglieva in voce

Soave dormiva il bimbo nella culla
con la bocca aggiustava le mascelle rosa
rapite dai sogni dietro le scie di un seno

Da cornice che racchiude occhi di pace
le finestre facevano vedere i coriandoli di neve
che lenta scendeva a volersi scusare
dei passi nel disagio di forme di vite
attanagliate dalla fame
incantate dalla pace
assorbite dal silenzio
------------------------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: LA FAINA   Gio Giu 24, 2010 4:27 am

Due carboni nella notte
accesi dall'istinto
su esile snodato collo

Aria affettata da presagi
respiri tumulati nelle gole
piume antenne di sangue
atterrito in vene indurite

Pregusta mattanze la morte
spruzza profumo di sacrificio
e cuori in supplica al dolore

Pelliccia al balzo
teste falciate
fotografano corpi rantolanti
al pollaio

Champagne rosso
alla faina,
sangue nuovo servo
da mite a feroce
chiederà in nuova indole
altre vite
alle sue origini
-------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com


Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: 57 EURO   Lun Giu 21, 2010 6:49 am

Telefonai al direttore del night
gli dissi ho merce nuova
è bionda e non le manca nessun dente
ha il cuore giusto
negli occhi ha il mondo visto di passaggio
e l'anima non le si è mai fermata
renderà prestigio al tuo nome da mercante

La vendetti per cinquantasette euro
e una stretta di mano

Disse ti mando Caronte
ed ebbi appena il tempo
di ultimare uno sbadiglio
e l'uomo che a occhio e croce
conosceva i giri del destino
andò incontro alla donna

Mi disse non pentirti
il prezzo è buono
non toccarti la coscienza
le puttane sanno fare
solo questo mestiere
a ogni albero il suo frutto
una quercia non può portar ciliegie

Mi sentii sollevato
voltai gli occhi al cielo e sussurrai
oh! nebbia di Dio
mischia bene le carte
per un altra partita

Il fruscìo dei soldi
chiuse la storia
------------------------------------------------
Da:Parole Fredde
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: DOPPIAGGI   Lun Giu 21, 2010 5:21 am

Carnevale serio
vocabolario a pezzi
vocaboli coriandoli
lanciati in aria,
sorteggiati ,copiati,
leggerli a specchio
compiuto senso
reato ma poesia
-Suoni roboanti
deflagranti,
metafore lineari
fucilate,
evocativi spari
e non senso vorticanti
a riempire crani
clonati eco d'ascelle
-Oscar combriccolari
a suoni e figure di falsari,
purosangue Arabo
doppiati raglio
nitriti, somari
-Differenza
tra mela e fragola
colore simile,
tuttuno scarpe e zoccoli
in orme tracce
di cultura
-----------------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michael@santhers




MessaggioTitolo: QUADRO   Sab Giu 19, 2010 5:01 am

Ciglia,ali di farfalla estasiata al primo sole
Occhi, spigoli di diamanti sotto mille luci
Naso, accento furbizia su stupore ingenuo
Labbra,bocciolo solleticato da libellula
Pelle, riflessi di luna su lago quiete
Mimica,vibrazioni di ribelle piuma al vento
Movenze,sciabordio di mare estivo
Voce,note d’usignolo felice a richiamo di prole
Capelli,fili di segrete bramosie impazzite
Vestito,mosaico di primavera selvaggia

Quadro di donna appeso nelle gole di mercanti,
Io commisi l’errore d’inchiodarlo nell’anima
che rubò la figura,unificò le stagioni al cuore
e fu sempre gelido inverno nell'unica pagina
marmorea di calendario agli anni
-------------------------------------
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: IN VIAGGIO   

Tornare in alto Andare in basso
 
IN VIAGGIO
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 31 di 32Vai alla pagina : Precedente  1 ... 17 ... 30, 31, 32  Seguente
 Argomenti simili
-
» Viaggio post laurea
» Viaggio all'Inferno
» Tokyo Disneyland - Disney Sea : Consigli di viaggio
» MOSTRA A TAORMINA; "Viaggio a Taormina" 4-30 Agosto 2012 Fondazione Mazzullo. Anteprima di alcune opere del maestro..
» Il Viaggio Fantastico (a cura di F.M. Spampinato)

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Il peso dell'anima :: Poesia e Letteratura :: Le vostre poesie-
Andare verso: